Close

Not a member yet? Register now and get started.

lock and key

Sign in to your account.

Account Login

Forgot your password?

Himizu di Sono Sion

06 set Film | Comments
Himizu di Sono Sion

Tra pistole sognate dentro lavatrici, suicidi auspicati e sogni di normalità destinati a frustrazione, Himizu calca troppo la mano sul senso di impotenza e di violenza dei giapponesi sui giapponesi, finendo per diluire la sua carica dirompente in un mare di aggressività. Privo della dimestichezza con la violenza umiliante di uno Tsukamoto ma dotato di molta più leggerezza Sion Sono pare non metterla a frutto nemmeno questa volta e Himizu appare come l’ennesima promessa non mantenuta. Gabriele Niola, BadTaste
Link: http://www.badtaste.it/recensioni/himizu-la-recensione

Sono è purtroppo incerto sul cammino da intraprendere – ci sono momenti di realismo intervallati a visioni surreali, c’è la commedia e c’è la tragedia da lacrimoni – e soffoca il film con una regia pesante, stracarica di dettagli opprimenti, come se ogni singola scena dovesse portare quasi sovrimpresso alle immagini il sottotesto, che viene sbattuto in faccia allo spettatore a ogni secondo. Marco Triolo, ScreenWeek
Link: http://blog.screenweek.it/2011/09/venezia-68-le-recensioni-di-la-talpa-e-himizu-138029.php

L’idea che il giovane Sumida sia una sorta di grandiosa metafora del Giappone post terremoto – solo e senza padri, devastato dal solore ed alla ricerca di una identità e del coraggio per farcela – è affascinante e Sono la sfrutta in pieno, accostando alle immagini del protagonista, quelle delle macerie di Fukushima.
L’unico momento di grande cinema è quello del parricidio, laddove la distanza e l’uso del dolly sembrano effettivamente giustificati. Peccato che il melò di Sono, surreale fino all’estremo e tutto sopra le righe, si sposi male con una riflessione così dolorosa e sottile sul destino di un intero paese. Marco Albanese, Stanze di cinema
Link: http://stanzedicinema.com/2011/09/04/venezia-2011-il-sesto-giorno/

 


Leave a comment

Please sign in to leave a comment.